INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Venerdì
19 Gen 2018

Santi Mario

Luna: 3 gg dopo
Luna Nuova

Non c'è denaro che paghi la libertà.
Meteo nel Salento: temp. 8 °C, Umid. rel. 93%, Levante (3.09 m/s, Brezza leggera), press. 1012 hPa
 
 Home » Autunno in Carnia
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2005

mostra altre voci

Autunno in Carnia

22-23 ottobre 2005

Cavolo cappuccio, cavolo verza, verzottino.

Sono ortaggi da sempre considerati "poveri", ma in realtà ricchissimi dal punto di vista nutrizionale, da sempre impiegati nella cucina carnica.

Il progetto Carnia Alpe Verde 2005 è dedicato a questi e agli altri genuini ortaggi della montagna friulana

Un week-end dedicato agli ortaggi della montagna carnica: l'undicesima edizione del Progetto Carnia Alpe Verde, in programma a Tolmezzo (Udine) il 22 e 23 ottobre, vedrà protagonisti i cavoli, in tutte le loro varietà. Durante le due giornate sarà possibile acquistare direttamente dai coltivatori, queste verdure da sempre considerate "povere", ma in realtà ricchissime dal punto di vista nutrizionale, e i prodotti degli orti di montagna, che ancor oggi crescono rigogliosi ai margini dei paesi o ritagliati, come miniature medievali, fra le vecchie case in pietra degli antichi borghi carnici: Cercivento, Forni Avoltri, Forni di Sopra, Paularo, Povolaro e Maranzanis di Comeglians, Pesariis di Prato Carnico, Ravascletto, Raveo, Sutrio, Villa Santina…. La coltivazione dei cavoli, in questi luoghi, è documentata fin dal ‘500, quando già si preparavano i crauti, saporiti cavoli cappucci fatti fermentare con aceto e sale.

Cuore della manifestazione è il caratteristico Mercatino dei contadini, allestito nel centro di Tolmezzo in piazza XX settembre, dove è possibile acquistare verdure coltivate e selvatiche sia fresche che seccate o sott'olio, crauti ed erbe, come il prelibato e raro "radic di mont" sott'olio (la Cicerbita alpina che ha ricevuto il riconoscimento dello status di Presidio Slow Food, ufficializzato durante il Salone del Gusto di Torino), oltre che assaggiare alcuni tradizionali piatti carnici.

Musica e animazione allieteranno tutto il week-end, a partire dal pomeriggio di sabato che vedrà protagonista la Musica acustica di Andrea Del Favero. Per la giornata di domenica 23 il programma prevede Shopping Day a Tolmezzo, con negozi aperti e sconti particolari, alle 10.00 una piacevole biciclettata che condurrà alla scoperta dei più begli orti della Val Tagliamento e, in piazza XX settembre e al Museo delle arti e tradizioni popolari, divertenti laboratori didattici per i bambini organizzati da CarniaMusei. Il tutto accompagnato dalle esibizioni del Corpo Bandistico di Sutrio, della banda austriaca Trachtenkapelle Liesing e, nel pomeriggio, dell'Emma Montanari Group.

L'appuntamento con gli ortaggi tipici della Carnia è un'occasione per passare due giorni in totale relax nella tranquillità della montagna friulana, che l'autunno rende particolarmente affascinante, riscoprendo i gusti veri e genuini di un tempo, sapori che le genti della Carnia hanno saputo preservare dalla minaccia dell'omologazione del gusto.

Organizzata dall'AIAT della Carnia, con il patrocinio del Touring Club Italiano, della Regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Tolmezzo, della Provincia di Udine, della Comunità Montana della Carnia e della Confcommercio della provincia di Udine, la manifestazione è stata ideata con lo scopo di valorizzare e salvaguardare i prodotti e i piatti tipici della montagna carnica, vero e proprio giacimento gastronomico e culturale, che rappresentano una delle ricchezze di questa zona, dove il turismo si è sviluppato in armonia con l'ambiente e non ha intaccato usi, costumi e mestieri tradizionali.

Per l'occasione, ristoranti e trattorie prepareranno un piatto tipico a base di cavoli e ortaggi di montagna al prezzo fisso di 8,00 euro. Gli alberghi proporranno pacchetti week-end particolari: camera doppia con pernottamento e prima colazione a partire da euro 53,00 (week-end breve, 1 notte) ed euro 103 (week-end lungo, 2 notti). Il pernottamento in doppia e prima colazione nei B&B costerà invece euro 43 (week-end breve, 1 notte) ed euro 86 (week-end lungo, 2 notti).

Informazioni e prenotazioni:

  • Aiat della Carnia, numero verde 800-249905, fax 800-597905.
  • Ufficio Stampa: Studio Agorà tel. 0481.62385, fax 0481.630339
  • Studio Giornalisti Associati tel. 0432.512733, fax 0432.229718

Comunicato segnalato da Studio Agorà

Documento creato il 23/10/2005 (15:52)
Ultima modifica del 23/10/2005 (15:52)

Fortune Cookie...

Dai discorsi si nota se una persona è vuota
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124