INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Mercoledì
12 Dic 2018

Beata Maria Vergine di Guadalupe

Luna: Fra 2 gg
Primo Quarto

Anche un viaggio di mille leghe comincia con un passo.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » Fiera del Libro
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2007

mostra altre voci

Fiera del Libro

Torino – Lingotto Fiere, 10-14 maggio

Fiera Internazionale del Libro 2007 XX edizione Torino – Lingotto Fiere, 10-14 maggio IL TEMA DEI CONFINI ALLA FIERA DEL LIBRO 2007

La Fiera Internazionale del Libro 2007 (10-14 maggio) declina il tema dei Confini come lo spazio in cui si confrontano polarità diverse, in un gioco di scambi, aperture e opposizioni. In una realtà globale in rapida e drammatica trasformazione, la continua definizione e messa a fuoco dei limiti, l’accettazione di regole condivise si propone come una esigenza non rimandabile.

A Torino il tema viene sviluppato principalmente in una chiave antropologica, storica e politica, con particolare attenzione a quel fitto gioco di scambi e di ibridazioni che contrassegna sempre più vistosamente la realtà contemporanea. Così assumono un forte significato anche simbolico due tipici casi di città in cui il confine significa apertura e non chiusura: Trieste, crocevia di popoli, la città di Svevo, di Saba, di Joyce e culla della psicoanalisi italiana (ne parleranno Giorgio Pressburger e Mauro Covacich,ma anche gli scrittori sloveni); e Istanbul, ponte tra Occidente e Oriente (a Torino è atteso, con gli scrittori Moris Fahri e Feridun Zaimoglu, anche Ferzan Ozpetek). Proprio da Trieste Riccardo Illy,autore del fortunato volumeLa rana cinese, porterà le sue riflessioni sulla sfida globale che guarda soprattutto a Oriente; mentre la città di Nazim Hikmet e di Orhan Pamuk offrirà lo spunto per discutere le complesse questioni legate l’ingresso della Turchia nell’Unione Europea. Al dibattito è prevista la partecipazione di Massimo d’Alema.

Confini invisibili ma invalicabili possono correre anche all’interno delle metropoli, segnando divisioni e opposizioni da cui scattano la scintilla della rivolta, o le trame del terrorismo fondamentalista. Il difficile rapporto tra centro e periferie troverà un’esemplificazione nei casi di Londra, Parigi e Napoli (interverranno tra gli altri il senatore francese Jack Ralite, Rosa Russo Jervolino, Carlo Ossola,per il "caso Londonistan" Antonio Caprarica e Nafeez Mosaddeq Ahmed).

Ancora: dove corrono i confini del dialogo tra Occidente e Islam?Risponderanno Renzo Guolo, Paola Caridi, Fouad Khaled Allam e Igor Man. Nella vita d’ogni giorno non sono meno importanti i contorni delle nuove identità giovanili; o ancora, i confini di quel precariato che si è configurato come uno dei grandi problemi nazionali, e su cui porteranno la loro testimonianza i giovani scrittori che se ne stanno occupando (Andrea Bajani, Mario Desiati, Angelo Ferracuti). Lo stesso mondo imprenditoriale è chiamato a dare risposte non elusive ai confini etici che devono regolare ogni business (ha già confermato la sua presenza Massimo Mucchetti del Corriere della sera). E poi: quali relazioni intercorrono tra la realtà e un mondo virtuale sempre più invasivo, che surroga i rapporti diretti in astrazioni che si rinchiudono su se stesse, in una sorta di autismo digitale? Sono attese su questo tema le risposte di Vittorino Andreoli e Marco Belpoliti.

Il confine ispira una serie di metafore che comprendono anche i "non luoghi", codificati da Marc Augé, che lunedì 14 maggio concluderà una serie di "lectio magistralis" che vedranno alla Fiera Predrag Matvejevic ("I confini delle nazioni, le frontiere delle culture"), Zygmunt Bauman ("Inferno e utopia"), Stefano Rodotà ("La vita e le regole"), Edoardo Boncinelli ("I confini del male"), Daniele del Giudice ("Finito/Infinito"), Julia Kristeva ("Il bisogno di credere"),Claude Raffestin ("Gli aspetti biologici e sociali dei confini").

Dei confini della democrazia discuteranno Luciano Canfora e Gustavo Zagrebelsky, mentre Claudio Magris parlerà con lo stesso Zagrebelsky di una Storia che non si lascia iscrivere in percorsi prestabiliti.

Anche il campo scientifico propone polarità affascinanti, come il rapporto tra il micro delle particelle elementari e il macro del cosmo, tra universo e mondo subnucleare, indagato con strumenti sempre più sofisticati, alla ricerca dei mattoni primi della materia e di una possibile spiegazione del Big Bang originario. Ne parleranno i fisici Stefano Fantoni, Riccardo Giacconi e Tullio Regge, introdotti da Piero Bianucci.

Comunicato segnalato da Ufficio Stampa Fiera Internazionale del Libro

Documento creato il 24/03/2007 (20:34)
Ultima modifica del 04/06/2007 (09:10)

Fortune Cookie...

Giacca cravatta e stirato pantalone, non miglioran le persone
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124