INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Lunedì
24 Set 2018

San Pacifico

Luna: Luna Piena

Per fare un amico, basta un bicchiere di vino
Meteo nel Salento: temp. 13 C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » Natale nella Carnia
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2005

mostra altre voci

Natale nella Carnia

Tradizione e folclore dell'inverno in Carnia

Riscoprire lo spirito più genuino e autentico della montagna, assaporarne i profumi, gustarne i sapori. E ancora, vivere a contatto con una natura incontaminata, lontani dallo stress della vita quotidiana, liberi di lanciarsi con gli sci su piste innevate, lungo discese mozzafiato, o di percorrere anelli da fondo immersi in paesaggi da favola.

Andare alla scoperta di angoli nascosti, ricchi di arte e cultura e testimoni di antiche tradizioni e folclore, tramandate di generazione in generazione e preservate come un tesoro prezioso. Tutto questo e molto altro offre la Carnia, piccolo paradiso della montagna del Friuli Venezia Giulia, luogo ideale per trascorrere una settimana bianca, ma anche un week-end all'insegna del relax, grazie alla possibilità di concedersi anche un regalo: un soggiorno alla stazione termale di Arta Terme, abbinando sci e benessere.

Tutti i centri della Carnia organizzano, durante l'inverno, iniziative legate alle antiche tradizioni e alla riscoperta dei piatti tipici della gastronomia locale, come i cjarsons, sorta di agnolotti con ripieno dolce a base di ricotta, di cui ciascuno vanta una ricetta personale, la polenta con il frico (formaggio a scaglie sciolto lentamente in una piccola padella, fino a formare una croccante frittata), o ancora il musèt e bruade (cotechino accompagnato da rape inacidite nella vinaccia) e il prosciutto di Sauris, gli insaccati (molte le macellerie che producono salami, cotechini, coppe), e i formaggi (latteria più o meno invecchiato, ricotte affumicate e no, stracchini, formaggi di capra e molti altri tipi in vendita nei caseifici e nelle malghe).

Per dare la possibilità ai visitatori di immergersi appieno nello spirito delle feste tradizionali, le principali località turistiche propongono speciali pacchetti che associano sport invernali e folclore.

8/11 dicembre 05 - Mercatino di Natale a Sauris

Dall'8 all'11 dicembre Sauris organizza il caratteristico Mercatino di Natale. Per quattro giorni, uno dei più particolari paesi della Carnia, isola alloglotta di origine tedesca, propone un suggestivo mercatino. Nelle tradizionali bancarelle disposte negli antichi borghi, si possono acquistare, oltre all'artigianato carnico prodotti nati dalla fantasia e dalle mani di chi l'arte la sente prima di tutto nel cuore: addobbi natalizi, idee regalo e prodotti della gastronomia locale, come il prosciutto crudo leggermente affumicato, per il quale Sauris è famosa in tutta Italia.

11 dicembre 2005 Sapori di Carnia a Raveo

La fiera mercato Sapori di Carnia, alla quale sono affiancate molte manifestazioni collaterali, propone prodotti naturali ed erbe, conservati e confezionati secondo le antiche tradizioni. Si tiene la terza domenica d'Avvento a Raveo, paese noto per le Esse, tradizionali biscotti friabili e croccanti.

Informazioni: Aiat Carnia tel. 800249905, fax 800597905

11/13 dicembre 2005 Antico Mercato di Santa Lucia ad Arta Terme

Dall'11 al 13 dicembre 2005 ad Arta - la località termale della Carnia rivive l'antica tradizione del Mercatino di Santa Lucia, che viene allestito negli angoli più antichi e suggestivi del paese. Giochi, prodotti agricoli, artigianali e dell'enogastronomia carnica sono in vendita nelle caratteristiche bancarelle, mentre Santa Lucia, la Santa della luce amata da tutti i bambini, porta regali con un contorno di musica e danze tradizionali.

18 dicembre 2005/6 gennaio 2006 Borghi e Presepi a Sutrio

Per respirare l'aria dell'autentico Natale, si deve visitare Sutrio, l'antico borgo carnico ai piedi dello Zoncolan (la principale stazione sciistica carnica), famoso per la lavorazione del legno.

Durante tutto il periodo natalizio, da domenica 18 dicembre fino all'Epifania, si possono ammirare gli straordinari presepi allestiti nei cortili, nelle cantine, accanto ai fogolar (i tipici camini carnici), sotto i loggiati delle più antiche case del paese e delle minuscole frazioni di Priola e Nojaris, eccezionalmente aperte al pubblico per l'occasione, ma anche assistere a Sacre Rappresentazioni con personaggi in costume, acquistare i più tipici prodotti artigianali della Carnia e assaporare specialità tradizionali.

Cuore della manifestazione è il Presepio di Teno, un'opera eseguita nel corso di ben 30 anni di lavoro da Gaudenzio Straulino (1905-1988), maestro artigiano di Sutrio. L'opera riproduce in miniatura gli usi e i costumi tradizionali del paese, animati con ingranaggi meccanici. Uno straordinario spaccato etnografico sulle tradizioni, la vita, i lavori, le usanze della montagna carnica.

La fienagione in montagna ed il trasporto del fieno a valle su gerle e slitte, le donne che filano e tessono, il lavoro al mulino e quello alla segheria, il trasporto del corredo nuziale nella nuova casa della sposa, la festa dei coscritti che attraversano il paese sul carro infiocchettato...: decine e decine di scene che, realizzate con minuzia filologica, descrivono la vita e i ritmi di un tempo.

19 dicembre 2005 Cjasparta ad Arta Terme

Per il quarto anno consecutivo, le cjaspole, tradizionali racchette da neve, tornano protagoniste di una curiosa gara alla quale partecipano giovani e meno giovani. Un tempo le cjaspole erano usate soprattutto da cacciatori e contadini per spostarsi agevolmente sulla neve senza il rischio di sprofondare. Ora sono tornate di moda e accompagnano gli appassionati nelle passeggiate sui pendii non troppo scoscesi.

Informazioni: Aiat Arta Terme tel. 0433-929290, fax 0433-92104

26 dicembre 2005/6 gennaio 2006 La Stele di Nadal ad Arta Terme

Da Capodanno all'Epifania, i Re Magi, portando la caratteristica Stele di Nadal in legno e cartavelina multicolore, visitano tutte le famiglie di Arta Terme e dintorni, accompagnati da un corteo di musici, che cantano antiche canzoni natalizie per annunciare la nascita di Gesù. Le famiglie ricambiano la visita benaugurale con pane fatto in casa e benedetto, il tipico pan di cjase, fatto con farina di segala.

Inoltre, il 26 dicembre nel centro di Piano d'Arta è allestito un caratteristico presepio, le vie sono animate dalle bancarelle del Mercatino dei tipici prodotti di montagna e da spettacoli, giochi e animazione.

Informazioni: Aiat Arta Terme tel. 0433-929290, fax 0433/92104

28 dicembre 2005 Storia dello Sci a Ravascletto

Come si sciava un tempo? Quali le differenze di tecnica, oltre che di attrezzature?Lo si racconta - e lo si può provare - il 28 dicembre a Ravascletto. Sulle piste, personaggi in costume d'epoca presenteranno le varie tecniche dello sci, dagli anni '40 ai giorni nostri.

Informazioni: Aiat Ravascletto, tel. 0433-66477, fax 0433/61692

5/8 gennaio 2006 Epifania a Sauris - Der Orsch Van Der Belin

A Sauris, il giorno dell'Epifania, è possibile incontrare la Belin, leggendario personaggio a cui, secondo un'antica tradizione, è necessario baciare il fondoschiena per poter avere il diritto di passaggio e di soggiorno nella caratteristica località carnica. Sauris è il luogo più adatto per trascorrere un week-end alla scoperta di antiche leggende, sussurrate tra i monti della Val Lumiei.

Informazioni: Aiat Sauris, tel. 0433-86076, fax 0433-866900

24/26 febbraio 2006 La Notte delle Lanterne - Il Magico Carnevale di Sauris

La comunità di Sauris propone una rivisitazione del carnevale tradizionale - Voshankh - con le caratteristiche maschere in legno e la coinvolgente passeggiata notturna alla luce delle lanterne.

Informazioni: Aiat Sauris, tel. 0433-86076, fax 0433-866900

Comunicato segnalato da: Studio Agorà

Documento creato il 07/01/2006 (19:16)
Ultima modifica del 07/01/2006 (19:16)

Fortune Cookie...

Di quel che non ti cale, non dir né ben né male
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124