INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Venerdì
20 Lug 2018

Sant' Apollinare di Ravenna Vescovo e martire

Luna: Primo Quarto

Il pianto non ripara i mali.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » Le creme solari
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Le creme solari

Abbronzanti e creme solari

Lo "Sportello dei Diritti" della Provincia di Lecce invita a far attenzione all'etichette degli abbronzanti e creme solari

Lo "Sportello dei Diritti" della Provincia di Lecce la cui delega è stata assegnata all'Assessore al Mediterraneo Carlo Madaro, nell'ambito della propria attività istituzionale volta alla tutela dei Consumatori invita gli utilizzatori di solari a fare attenzione ai prodotti acquistati.

Tra gli ingredienti utilizzati, anche da note marche, finiscono talvolta sostanze nocive. Lo rivelano diverse inchieste fra cui quella del settimanale "Il Salvagente". Quando scegliamo un solare dobbiamo accertarci che tra le sostanze additive utilizzate non compaiano ingredienti tossici.

"Il Salvagente" ha testato 12 creme antiscottature scoprendo in ben tre casi la presenza di cessori di formaldeide, sostanza classificata come cancerogena dal Circ.

In alcuni composti chimici si trovano sostanze dal dubbio effetto sulla nostra salute come il "4-MBC" che provocherebbe danni alla tiroide.

Ma non è finita qui: i test a cui "Il Salvagente" ha sottoposto i 12 solari rivelano la presenza di altre sostanze poco gradite alla nostra pelle che a nostra insaputa finiscono sulla nostra epidermide quando ci cospargiamo di creme antiscotatture. Ci sono fragranze, conservanti, emulsionanti non sempre innocui come i Peg o i parabeni che si trovano in quasi tutte le creme testate.

Ma chi dovrebbe tutelare il consumatore sulla composizione dei solari? Già dall'anno scorso sono entrate in vigore nuove regole. Innanzitutto in etichetta deve essere riportata la presenza di sostanze allergizzanti. Se cioè nella produzione del solare viene utilizzata una delle 26 molecole considerate come potenzialmente causa di allergia è fatto obbligo (d.l. del 15 febbraio 2005) riportare in etichetta il suo nome. E sempre la stessa normativa impone l'indicazione del PAO, la durata del prodotto una volta aperta la confezione.

Si sta poi cercando di far un po' di chiarezza sui fattori di protezione, imponendo parametri uguali per tutti (oggi ci sono più sigle, l’Spf, l’Fps, il Fp) così che per il consumatore sia più facile orientarsi.

Entro il 2006 saranno introdotte 5 fasce di protezione. Pertanto, lo "Sportello dei Diritti" invita tutti gli utilizzatori di prodotti protettivi o abbronzanti solari a leggere con attenzione le etichette ed in caso di anomalie o carenze delle stesse di segnalarle alle ASL competenti per territorio.

SPORTELLO DEI DIRITTI SERVIZI IMMIGRAZIONE SALENTO viale Marche n. 17 73100 LECCE tel.e fax 0832/342703

Lecce, 24 maggio 2006 L'Assessore al "Mediterraneo" con delega allo "Sportello dei Diritti" Carlo Madaro

Documento creato il 24/05/2006 (08:24)
Ultima modifica del 24/05/2006 (08:24)

Fortune Cookie...

Ape morta non dá miele.
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124