INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Venerdì
19 Gen 2018

Santi Mario

Luna: 3 gg dopo
Luna Nuova

Non c'è denaro che paghi la libertà.
Meteo nel Salento: temp. 8 °C, Umid. rel. 93%, Levante (3.09 m/s, Brezza leggera), press. 1012 hPa
 
 Home » A Grado e a Gorizia
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2005

mostra altre voci

A Grado e a Gorizia

Agosto – Settembre 2005

Alpe Adria Puppet Festival 2005 14 edizione Grado -Gorizia Agosto – Settembre 2005 Grado lunedì 22 – sabato 27 agosto Gorizia lunedì 29 agosto – sabato 3 settembre

Il Festival – Edizione 2005

Grado - Con i suoi quattordici giorni che propongono circa una cinquantina di eventi teatrali, il Puppet Festival si conferma come uno dei più importanti riferimenti per il Teatro di Figura italiano ed europeo.

Un appuntamento che potremmo definire "imperdibile" per tutti gli appassionati e gli estimatori del teatro di marionette, di burattini, d'oggetti e d'ombra e di tutti gli altri particolarissimi generi che compongono il variegato mondo del Teatro di Figura.

Legato sia agli spettacoli di antica tradizione, che al teatro di ricerca e ad allestimenti che utilizzano linguaggi innovativi e/o commistioni di linguaggi, il Festival è organizzato dal CTA di Gorizia, per la direzione artistica di Roberto Piaggio, in sinergia con i Comuni di Grado e Gorizia, la Regione Friuli Venezia Giulia, l'AIAT di Grado.

Articolato in diversi percorsi, rivolti sia ai bambini che agli adulti, per la sua speciale collocazione geografica il Puppet Festival ha sempre dimostrato una valenza internazionale, con una particolare attenzione - per quanto riguarda le compagnie straniere - alle produzioni dei Paesi dell'Est europeo. Cosa che lo ha reso unico e speciale nel panorama dei festival nazionali ed europei del settore.

Due fasi

La 14a edizione si articola come sempre in due fasi:

La Fase di Grado, dal 22 al 27 agosto, con un cartellone di spettacoli del teatro d'animazione tradizionale, quello "di baracca e burattini", che verrà ospitato oltre che sulla spiaggia e nel centro storico della cittadina balneare, sugli isolotti della laguna gradese. Un'occasione davvero unica per il pubblico per coniugare la visione di spettacoli con un ambiente naturale suggestivo e ancora incontaminato come quello della laguna. Concluderà la prima fase l'insolita "Passeggiata notturna con figure", una maratona dedicata al teatro di Figure e alle costellazioni: una festa per tutti, grandi e piccini, alla scoperta dei luoghi più suggestivi di Grado, in una vera a e propria ‘caccia al tesoro' fra la spiaggia, le splendide calli del centro storico, il suggestivo mandracchio cittadino. In programma spettacoli, sketch, performance di artisti, attori di strada, cantastorie, burattinai, marionettisti italiani e stranieri.

La Fase di Gorizia, quest'anno dal 29 agosto al 3 settembre, sarà momento d'incontro e di vetrina per tutti gli operatori del settore, ma anche opportunità per il pubblico di scoprire i luoghi più suggestivi e caratteristici di Gorizia e dei dintorni (Collio – Nova Gorica): tutti i parchi, tutti i luoghi caratteristici e turisticamente importanti della città fanno infatti da cornice agli spettacoli del Festival. E' importante sottolineare come Gorizia sia da sempre il contenitore ideale del Puppet Festival, per la sua collocazione geografica che di fatto la pone al centro della nuova Europa, per la sua storia recente che l'ha vista città divisa e oggi di nuovo unita, per la sua atmosfera particolare e dal sapore mitteleuropeo.

Gorizia Puppet Festival

Fra gli eventi dell'edizione 2005, per la fase di Gorizia di Alpe Adria Puppet Festival, segnaliamo:

- il progetto "Beckett & Puppet", ideato in occasione del centenario della nascita di Samuel Beckett, per offrire un omaggio al rapporto tra lo scrittore irlandese e il teatro di figura. In programma una giornata nella quale saranno presentati due spettacoli "beckettiani": della compagnia Dottor Bostik il "Beckett e Bacon", e degli artisti Remondi e Caporossi, apprezzati protagonisti del teatro di ricerca contemporaneo, lo spettacolo in prima nazionale "Altri giorni felici". Remondi e Caporossi – in arte, "Rem e Cap" –sono due artisti d'avanguardia diventati famosi negli anni '70.

Il loro stile è molto vicino a quello del Teatro di figura più innovativo. Contestualmente, al festival sarà presentato il progetto "Beckett & Puppet" nel suo insieme: progetto che si articolerà nel concorso e bando per una nuova produzione sull'opera di Beckett da presentare in prima assoluta al festival 2006, in due giornate di studio in collaborazione con l'Università di Udine e la Scuola per Interpreti e Traduttori di Trieste, nella rassegna "Beckett e dintorni" (spettacoli e laboratori), nella mostra multimediale (foto, video, DVD, bozzetti, manifesti, ecc.) sui principali spettacoli di Teatro di Figura ispirati al mondo di Beckett.

Che Samuel Beckett abbia influenzato profondamente il Teatro di Figura, lo dimostrano i numerosi allestimenti con fantocci e oggetti che all'opera dell'autore irlandese si sono ispirati o che ne hanno messo in scena i testi. C'è da scommettere che per il centenario se ne vedrà qualcuno di nuovo. Ma l'universo burattinesco, come ha messo in evidenza la critica, ha a sua volta influenzato la scrittura, non solo teatrale, di Beckett. In fondo, tutti i suoi lavori sono dei drammi per personaggi ridotti a marionette, manipolati come oggetti, con relazioni frammentarie in scene concepite come meccaniche dell'assurdo.

Indagare il "tema della marionetta " in Beckett – e attraverso Beckett – significa dunque guardare in una prospettiva diversa l'opera di uno dei più grandi autori del Novecento e insieme assumere i linguaggi del Teatro di Figura, le loro potenzialità originali, come campo di ricerca all'altezza delle questioni che la complessità del presente pone alle arti sceniche.

  • la sezione tendenze, con spettacoli serali per adulti: compagnie provenienti quest'anno da Rep. Ceca, Germania, Rep. Slovacca, Slovenia, Italia. E' il percorso di punta per la ricerca e la sperimentazione nel Teatro di Figura, e offrirà una vetrina degli spettacoli più innovativi nel panorama europeo che ricercano, utilizzano e "contaminano" diversi linguaggi e diverse tecniche: teatro d'animazione e musica, figure e narrazione, oggetti, teatro d'ombre e danza.
  • Puppet bimbi: è la fascia pomeridiana di spettacoli per bambini e famiglie, con compagnie provenienti da tutta Europa, e con spettacoli più tradizionali di teatro d'animazione.

Informazioni:

  • Alpe Adria Puppet Festival contatti per il pubblico: tel. CTA – Gorizia, tel. 0481.537280
  • Info stampa: Volpe&Sain Comunicazione tel. 040.762667
  • contatti per il pubblico: tel. CTA – Gorizia, tel. 0481.537280
  • biglietti gratuiti tutti gli spettacoli all'aperto, per gli spettacoli serali costi dai 3 ai 5 euro, info CTA Gorizia, tel. 0481.537280

Comunicato segnalato da: Studio Agorà

Documento creato il 28/09/2005 (20:15)
Ultima modifica del 28/09/2005 (20:15)

Fortune Cookie...

Chi è inciampato nelle serpi, ha paura delle lucertole
Il salento che lavora
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124