INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Venerdì
24 Nov 2017

Santa Firmina (o Fermina) di Amelia Martire

Luna: Fra 2 gg
Primo Quarto

Alle lacrime di un erede, è ben matto chi ci crede
Meteo nel Salento: temp. 16 C, Umid. rel. 88%, Tramontana (3.09 m/s, Brezza leggera), press. 1021 hPa
 
 Home » Risparmiare sulla benzina
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Risparmiare sulla benzina

Come risparmiare sulla benzina?

Come fare? Semplice, basta tenere sempre l'auto a puntino, non trascurare le candele, il filtro dell'aria, la pressione di gonfiaggio dei pneumatici, la convergenza, la temperatura del motore e l'impianto di iniezione con i suoi sensori.

Vediamo nel dettaglio ogni singolo elemento...

Candele e chilometri...

Percorsi 10-15 mila km, per la maggiorparte delle candele, è il momento della sostituzione, anche se il motore si avvia normalmente e sembra che tutto vada bene.

Dopo tale percorrenza, a causa dell'usura che si verifica con lo scoccare delle scintille, che usurano gli elettrodi, si hanno delle mancate accensioni della miscela aria-benzina, non percepibili dal guidatore, ma che causano dello spreco di benzina, in quanto in quella fase non viene utilizzata per produrre lavoro utile nel motore, ma espulsa dallo scarico, con conseguenze dannose per il catalizzatore (La famosa puzza di uova marce, segno di inizio distruzione del catalizzatore).

Il filtro dell'aria

In condizioni normali (di polvere, in particolare), la sostituzione del filtro aria va effettuata ogni 15-20 mila km, percorrenza che bisogna ridurre nelle zone molto polverose.

Un filtro intasato dalla polvere causa un minore passaggio di aria in camera di combustione, con effetto negativo sulla combustione della benzina per mancanza di aria.

Inoltre un filtro aria pulito allunga la vita del motore.

Il gonfiaggio dei pneumatici

Un pneumatico sgonfio provoca un aumento dei consumi pari all'uno per cento per ogni 0,5 bar di pressione in meno; moltiplicando questo valore per le quattro ruote, abbiamo ben il quattro per cento di consumo in più per ogni 0,5 bar di pressione in meno.

Provate a spingere un'auto con le gomme sgonfie: vi renderete conto della fatica che deve compiere il motore per far marciare l'auto.

Più fatica equivalgono a più consumo di benzina (e, in generale, di carburante).

La convergenza

Influisce, oltre che sulla stabilità e guidabilità del veicolo, anche sui consumi.

Le ruote con la convergenza in ordine rotolano sull'asfalto, provocando il minor attrito possibile, mentre se la convergenza non è in ordine, invece di rotolare, strisciano, frenando la vettura, con conseguente aumento dei consumi.

Temperatura del motore

Deve attestarsi, nel minor tempo possibile, intorno ai 90-98 gradi centigradi. Per questo motivo è installata una valvola termostatica nel circuito del liquido di raffreddamento, che, con l'usura, può rompersi.

Un motore che lavora con temperatura del liquido bassa, oltre ad usurarsi prima, consuma più benzina, in quanto la centralina, sentendo la temperatura bassa, arricchisce la miscela combustibile, che non viene bruciata completamente, in quanto la camera di combustione rimane più fredda del necessario.

Risultato: tanta benzina sprecata.

Impianto di iniezione

Questo è preposto alla dosatura precisa della quantità di benzina nella miscela carburante. Per ottenere ciò, la centralina dell'impianto di iniezione, ha bisogno di vari segnali che le arrivano dai tanti sensori che, quindi, devono funzionare al meglio.

Ogni tanto, quindi, è bene effettuare un test dell'impianto. Il test, non è assolutamente costoso e permette di controllare se tutto funziona bene fornendo anche le giuste informazioni su dove intervenire per riparare eventuali anomalie.

Volete risparmiare ancora di più?

Se tutto ciò non dovesse bastare, o se volete risparmiare di più (dal 40 al 70 per cento), fate installare un impianto a gas Gpl o Metano.

Il GPL vi consenteirà di risparmiare il 40-45% in moneta rispetto alla benzina, mentre il metano arriva al 70% di risparmio.

Gli attuali impianti a gas sono sicuri, addirittura più della benzina, aumentano la durata del motore e, inoltre, diminuiscono l'inquinamento, aumentando la qualità dell'aria.

Queste informazioni sono offerte da:

Elio D'Amilo
Officina meccanica, Elettrauto
Sito Web: http://www.salentoaziende.it/damilo/.
Documento creato il 08/03/2004 (19:19)
Ultima modifica del 09/06/2007 (09:44)

Fortune Cookie...

Orecchi indifferenti bloccano i maldicenti
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124