INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Giovedì
19 Lug 2018

Sant' Arsenio il Grande Eremita

Luna: Fra 1 gg
Primo Quarto

Cambiano i suonatori ma la musica è sempre quella.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » I Comuni » Corigliano d`Otranto » Cau-Porta, o Porta a Sud
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Cau-Porta, o Porta a Sud

L'accesso alla città

cau-porta

La Cau-Porta, o Porta a Sud, fu costruita nel 1500, a ridosso del castello, dal feudatario dell'epoca Giovan Battista Delli Monti come uno dei punti d'accesso alla città fortificata.

Realizzata in stile Catalano, è sormontata dallo stemma della famiglia che l'ha fatta edificare, i Delli Monti; guardando attentamente, nella cornice superiore si può ancora oggi notare inciso il motto "INVIDIA INOPIA FA", cioè un invito a tutti gli altri che fossero passati da lì a non provare invidia per tutto ciò che c'era all'interno del borgo, protetto dalle mura.

cau-porta

Le mura della città che erano collegate al castello seguivano l'attuale via Palestro, Via Santi e via Pendino ed erano intervallate da torri di avvistamento, una delle quali è proprio la torre campanaria della chiesa matrice, situata dalla parte opposta rispetto alla Cau Porta e, purtroppo, l'unica torre rimasta ancora in piedi seppur con una radicale destinazione d'uso.

cau-porta

A dare accesso alla città fortificata due porte opposte la Cau Porta e l'Anu Porta; come è facile immaginare, una guardava a sud e l'altra a nord, proprio nei pressi dello spiazzo della chiesa madre di Corigliano d'Otranto.

Oggi delle possenti mura ne restano pochi brandelli, che ri troviamo nei pressi del castello ed in via Don Bosco, facilmente riconoscibili dal caratteristico cordolo marcapiano.

Documento creato il 04/02/2013 (14:43)
Ultima modifica del 04/02/2013 (14:43)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124