INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Giovedì
20 Set 2018

 S. Fausta di Narni

Luna: 3 gg dopo
Primo Quarto

Ogni aiuto è buono
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » Carnevale in Friuli
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2006

mostra altre voci

Carnevale in Friuli

Carnevale in Friuli Venezia Giulia

Il Carnevale in Friuli Venezia Giulia: dalle Alpi all’Adriatico rivivono antichi riti e tradizioni

Ricorrenza molto sentita, in Friuli Venezia Giulia il Carnevale è caratterizzato da sfilate, falò propiziatori, mascherate, piatti tipici e, soprattutto, un piacevole clima festoso che coinvolge giovani e meno giovani in un’atmosfera di scherzo e trasgressione. Un momento da vivere intensamente, sedotti da antiche tradizioni e riti, retaggio dei molti popoli che nei tempi passati hanno abitato queste terre.

Ogni località, grande o piccola che sia, propone dal Giovedì Grasso al Mercoledì delle Ceneri manifestazioni in tema carnevalesco, declinate secondo usanze e consuetudini diversissime fra loro. Le espressioni più tradizionali sono quelle della fascia montana e pedemontana, a partire dai sette giorni di danze ininterrotte della Val di Resia, per proseguire con La notte delle lanterne di Sauris (che ha come protagonisti le grottesche figure del Rölar e del Kheirar) e con i Carnevali delle Valli del Natisone.

Da Rodda a Montefosca a Clodig, passando per Tribil, Montemaggiore, Mersino e Masarolis, questi piccoli borghi incuneati fra Cividale e la Slovenia celebrano la festa con riti e costumi assolutamente originali, nei quali ricorre come tratto comune - come del resto in Carnia - la contrapposizione tra maschere belle e brutte. Stupefacente è la partecipazione dell’intera comunità che, assieme alla moltitudine di visitatori che ogni anno affolla queste zone dove si parla un’antica lingua di origine slava, riempie le vie dei paesi e apre le porte delle case private.

Scendendo verso il litorale adriatico, sul Carso troviamo la cerimonia di purificazione di Doberdò del Lago dove, con il Rogo del Carnevale del Mercoledì delle Ceneri, si esorcizzano mali e dolori immolando un fantoccio, che diventa il capro espiatorio della comunità.

In riva al mare, ecco soprattutto sfilate di gruppi mascherati e carri allegorici, spesso vere e proprie opere d’ingegneria. A Muggia, che ha la singolarità di avere addirittura un’appendice estiva, si svolge uno dei Carnevali più suggestivi della penisola durante il quale vengono riproposte le mascherate: si inizia con l’incoronazione di Re Carnevale il Giovedì Grasso, si prosegue con la sfilata di carri del Corso Mascherato della domenica e si conclude con il Funerale del Carnevale del Mercoledì delle Ceneri. A Monfalcone, secondo un canovaccio che affonda le sue origini nel periodo del dominio veneziano, sono il Testamento e la Cantada di Sior Anzoleto a dare il via alla sfilata dei carri del Martedì Grasso. Grado, l’isola d’oro nel cuore dell’omonima laguna, rispolvera invece una tradizione medioevale: Giovedì Grasso il Manso ‘nfiocào - manzo infioccato - oggi rappresentato da una sagoma, percorre di corsa le vie della città in una festa dedicata soprattutto ai bambini. Anche i capoluoghi delle quattro province organizzano divertenti appuntamenti per festeggiare il Carnevale.

A Pordenone vanno in scena il Giro delle Osterie e la sfilata dei carri. Il centro storico di Udine si anima con sfilate, maschere e spettacoli. Gorizia e altri comuni della provincia isontina – Ronchi dei Legionari, Romans e Savogna - organizzano sfilate dal Sabato al Martedì Grasso e, sugli spalti del Castello del capoluogo, appare l’inquietante figura della Dama Bianca.

Trieste festeggia con il Palio Cittadino, che vede in lizza i dieci rioni della città. Di seguito i principali appuntamenti del Carnevale 2006. Per informazioni dettagliate: Numero Verde Turismo Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia 800 016044.

Comunicato segnalato da Ufficio Stampa Agorà

Questo articolo è in linea grazie a:

speciale vacanze nel salentoSituata a Casarano, nel centro del Salento, Casa Julia è sicuramente il posto ideale dove trascorrere le vostre prossime vacanze.

Questo spazio è disponibile per ospitare la Vostra Azienda o Struttura ricettiva. Per maggiori informazioni contattateci...

Documento creato il 21/08/2006 (14:23)
Ultima modifica del 21/08/2006 (14:23)

 

Articoli collegati, per maggior approfondimento:

Altro su questo portale Internet:

  1. Da Pordenone a Udine,
    (http://japigia.it/docs/index.shtml?A=m_friuli8h)
    Carnevale a Pordenone, Udine, Trieste e Gorizia
  2. Carnevale in Val di Resia,
    (http://japigia.it/docs/index.shtml?A=m_friuli8a)
    Carnevale in Val di Resia
  3. Carnevale per i bambini ,
    (http://japigia.it/docs/index.shtml?A=m_friuli8g)
    Carnevale per i bambini a Grado
  4. Carnevale a Sauris,
    (http://japigia.it/docs/index.shtml?A=m_friuli8b)
    Tra i boschi di Sauris alla luce delle lanterne

Fortune Cookie...

Chi ben ripone, ben ritrova
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124